Una giornata di giochi, shopping enogastronomico e passione fai-da-te

A Torre d’Isola il 20 Marzo si celebra l’arrivo della Primavera insieme al FAI alla scoperta di Villa Botta Andorno.

Risotto e Trippa per tutti per una domenica di festa insieme per salutare l’arrivo della bella stagione

Domenica 20 Marzo il Comune di Torre d’Isola ha organizzato presso il Cortile del Municipio una giornata all’insegna del divertimento, dello stare insieme.

Parco di Villa Botto Andorno 278x185Una giornata ideale per una gita fuori porta alla scoperta della bellezza che ci circonda, sia essa la natura intorno al fiume Ticino o la storia e i misteri di una Villa protagonista di eventi storici…

Novità di quest’anno la collaborazione con il Fondo Ambiente Italia, nell’ambito delle XXIVa edizione delle Giornate FAI. Il Comune ospiterà e patrocinerà l’iniziativa del FAI dando la possibilità al pubblico di visitare Villa Botta Andorno per tutto il week-end (sabato visite alle 14 e alle 17:30, domenica alle 10, alle 12:30, alle 14 e alle 17:30). Villa Botta Andorno ed il cascinale annesso cascinale è stata per lungo tempo l’unico edificio abitato di Torre d’Isola. Costruita nel secolo XVIII dai marchesi Botta Adorno, fu in seguito dimora di altre famiglie nobili: i Cusani Visconti, i Litta Modignani, sino ai Morelli di Popolo. Il corpo principale della costruzione si apre verso la piazza del paese in un maestoso ed elegante cortile d’onore e si affaccia verso sud su uno splendido parco, degradante verso il fiume. Verso ovest, si passa poi alla grande corte agricola. Stupendo esemplare di architettura settecentesca, fu al centro di molti eventi storici e come ogni villa che si rispetti è dimora di un fantasma… sarà compito delle guide volontarie del FAI e degli studenti del Liceo Cairoli di Pavia in veste di ciceroni molto speciali condurre il pubblico alla scoperta della storia e dei misteri della villa settecentesca.

Scala Interna della Villa 148x223Una giornata ricca di proposte quella di domenica: dalle 8,30 alle 19 il Mercato del Contadino (a cura del Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia) proporrà convenienza, qualità e prodotti stagionali a filiera corta. Il catalogo prevede solo prelibate eccellenze enogastronomiche del territorio come è nella filosofia del MEC. Salame di Varzi, Offelle e altre dolci tipici, vini dell’Oltrepò, il riso, verdure di stagione e sott’olio, i formaggi delle valli piemontesi, i prodotti agricoli e ittici del Consorzio Parco del Ticino, lo zafferano dell’Oltrepò pavese, le mostarde, la birra artigianale, l’olio e le olive pugliesi, le nocciole del Piemonte, il miele, pane integrale e ai cereali, con olive o noci: questi sono solo alcuni dei prodotti del ricco e gustoso catalogo MEC.

Camino 278x185Dalle 12,30 risottata e trippata per tutti i convenuti ma anche salsicce, patatine fritte, dolci, prelibatezze a cura delle associazioni e dei banchi del mercato agricolo.

Oltre alle tipicità a filiera corta, vera tentazione per i golosi di ogni dove, la manifestazione prevede anche, dalle 9 alle 18, un mercato del fatto a mano: bancarelle con prodotti artigianali handmade, etnici e manufatti artistici (ceramiche, tessuti, gioielli, oggettistica in legno).

Raggiungere Torre d’Isola è facile: da Milano basta prendere l’ autostrada A7, uscire al casello di Bereguardo in direzione Pavia, poi dal raccordo per Pavia uscire al primo svincolo dopo il casello in località Cascina Grande. A causa del cantiere il raccordo è chiuso, si consiglia quindi di proseguire sulla strada statale seguendo le indicazioni per Pavia. Dopo 5 chilometri circa il cartello Torre d’Isola vi porterà a destinazione. Da Pavia prendere il raccordo per l’Autostrada A7 ed uscire allo svincolo di Torre d’Isola.

La manifestazione si terrà anche in caso di maltempo

Per ulteriori info e contatti:

Simonetta Tocchetti, simonetta.tocchetti@libero.it

338/8542088